Onorata e felicissima di essere stata chiamata a collaborare per questo progetto importante per la società e per il futuro dei giovani.

Grazie alle grandi artiste, amiche e molto più, Laura Mantovi e Sara Poli e al poliziotto Domenico Geracitano.

Vi aspettiamo …..

Felicissima e onorata di far parte della colonna sonora del film documentario : The Man of Trees

Il film d’Arte “The Man of Trees” è un progetto indipendente dell’associazione mater-ia nato nel 2017 e portato a termine solo nel febbraio 2019 con il supporto della Fondazione di Sardegna.
Si tratta di un opera completa di 65’, una ricerca a 360° nata dalla volontà di far convivere tanti linguaggi tra cui la poesia, il cinema, la pittura, la danza e la musica.
Il film interamente girato in Sardegna, è stato presentato al festival Solaris di Nizza in Francia il 30 maggio 2019 e attualmente è ancora inedito in Italia.

Di seguito il calendario delle altre proiezioni:
– 2/3 novembre 2019: (winner best narrative fature film) London Eco Film Festival “sostenuto da Greenpeace”
– 10 novembre 2019: (prima visione in Sardegna) Museo Nivola di Orani, introduce Antonella Camarda
– 12 novembre 2019 festival delle foreste di Bergamo
– 15 novembre 2019 Società Umanitaria presso la Cineteca di Cagliari, introduce Antonello Zanda.
Altre date e proiezioni work in progress da confermare.

Directors: Tore Manca
Choreographic actions: Daniela Tamponi
Voice Over: Alessandro pala Griesche
Actors: Bruno Petretto, Matilda Deidda, Daniela Tamponi,Giovanni Salis.
poems written by:
Rossella Maiore Tamponi, Tore manca
Soundtrack:
Daniela Savoldi, Irma Toudjian, Arnaldo Pontis, Dalila Kayros, Coro Gabriel.

A production: mater-ia 2019
with the support of: Fondazione di Sardegna
Executive producers:
Tore Manca, DanielaTamponi
Co – producer: Giovanni Salis
Partnership: Moviment’Arti, Lips: lega italiana poetry slam, Amerindia Cinema, WWF Italia.
Public Sponsorship: Comuni di Sassari, Ploaghe, Ossi, Tempio, Luras, Giave, Scano di Montiferro, Neoneli.

Ed eccoci ad Ottobre e alle nuove date del mese 🙂

Sabato 5 dalle 16:00 alle 19:00  a Verona presso lo  Store di Marina Rinaldi :

A Poetry Abstraction’ di Diego Tortelli, la  performance site specific creata appositamente per il lancio della nuova capsule di Marina Rinaldi by Roksanda.

I danzatori selezionati per ‘A Poetry Abstraction’ sono Fabio Calvisi, Giovanni Leone, Vanessa Loi e Angelica Mattiazzi, accompagnati dal violoncello di Daniela Savoldi.

 

Sabato 5 dalle 21:15 alle 00:00 a Brescia presso il Museo di Santa Giulia :

Le Lunatiche di Marina Rossi , una performance di danza e musica creata appositamente per la Notte Della Cultura. Alla danza Marina Rossi e alla musica Daniela Savoldi.

 

Domenica 6 alle 18:30 a Milano presso La Palazzina Liberty :

I Kemana in Concerto , un progetto che non ha un luogo definito, ma è in viaggio. Attinge da paesaggi musicali di tutto il mondo, ne esplora i ritmi, ne assapora le lingue, ne ricerca le timbriche.

Serena Ferrara, voce
Daniela Savoldi, violoncello
Simone Mor, chitarra
Luca Canali, percussioni

71348465_1143096425874479_1441685758078353408_n

 

Venerdì 11 alle ore 20:45 a Toscolano Maderno presso l’Auditorium Scuola Media

Across The Universe

Concerto di parole, musica e suoni per un viaggio che ci porta tra i Corpi Celesti alla scoperta delle voci e dei misteri dello Spazio.

Si riconferma la complicità tra alcune delle artiste bresciane più note: la regista sara poli, l’attrice laura mantovi e la violoncellista daniela savoldi.
Suggestioni raffinate per avviluppare di poesia i misteri del Cielo. I suoni creati dalle emissioni radio magnetiche captate da Voyager 1, Voyager 2, Cassini e le voci dei protagonisti della missione Apollo 11 risvegliano emozioni sospese.

Le musiche originali aprono uno spiraglio nell’incommensurabile vastità dell’Universo.

 

web Toscolano

 

Domenica 20 ottobre alle ore 17:30 a Roè Volciano presso la Cappella dell’Ex Opificio

Il Gruppo Amaranta presenta “Milada”

I diritti umani e i prigionieri politici del XXI secolo.

Come un faro di democrazia e coraggio, il racconto eroico di Milada é un pezzo significativo di questo mosaico. La sua determinazione, resilienza e eroismo e il suo contributo alla storia l’hanno resa uno dei simboli più importanti di ciò che si può raggiungere di fronte alle avversità estreme. Un viaggio nel cuore e nell’essenza della forza che porta ognuno di noi che ascolta la sua storia, a cercare con coraggio la realizzazione del proprio destino libero e trovare la forza per permetterci di vivere in un mondo di speranza.

68681000_1673797142751706_2608961597439213568_o

 

sono felicissima di dirvi che oggi il nuovo video di Space , brano del mio ultimo disco, è in anteprima su Shiver Webzine.

Lo trovate qui!! buona visione!

La Regia è di Sara Poli e le riprese sono di Laura Mantovi

Video Space

 

Ormai manca poco …. il 7 giugno e Ragnatele sarà su tutte le piattaforme digitali e disponibile in vinile, in vendita su bandcamp….intanto arriva una nuova recensione da Glasgow

DSR-cover

https://www.bluesbunny.com/Reviews/ReviewID/2872/xmps/11123

 

 

In lingua indonesiana con il termine Kemana chiediamo a qualcuno “dove sta andando”
Il suono di questo progetto non ha un luogo definito, ma è in viaggio.
Disegna paesaggi musicali di tutto il mondo, ne esplora i ritmi, ne assapora i linguaggi, ne cerca i timbri.
Il gruppo nasce alla fine del 2017 ed è composto da:

Serena Ferrara – Voce
Simone Mor – Chitarra
Daniela Savoldi – Violoncello
Dudù Kouaté – Percussioni

Ecco un piccolo assaggio:

Le parole antiche, universali e senza tempo di Omero, ma anche quelle ispirate dall’aedo. Testi di Pavese, Tabucchi, Vecchioni, Ritsos, Carol Ann Daffy, Joyce.
Parole antiche e contemporanee custodite da scatole sonore create da uno strumento antico, il violoncello e uno strumento (non propriamente musicale) ma incredibilmente contemporaneo: il tablet.L’antico e il contemporaneo si fondono con l’unico scopo di comunicare ed emozionare.

 

Nell’ambito del ricco calendario di appuntamenti della settima edizione di “Racconti di Na­tale”, rassegna dedicata ai bambini e alle famiglie promossa dall’assessorato alla Cultura e dal Servizio Biblioteche del Comune di Par­ma, è in programma domenica 6 gennaio alle 17.30, al Teatro al Parco, lo spettacolo “C’è spazio per tutti!”, nato dall’omonimo libro di Leo Ortolani commissionato al fumettista da ASI (Agenzia Spaziale Italiana) con il benestare di ESA (European Space Agency) come progetto di divulgazione scientifica.

“C’è spazio per tutti!” (Panini Comics, 2017) è il primo libro a fumetti sulla conquista dello spazio, dai primi razzi fino alla Stazione Spaziale Internazionale, sulla quale l’astronauta Paolo Nespoli è alle prese con un insolito compagno di viaggio: l’“inutile supereroe” Rat-Man, fenomeno di culto, uno dei personaggi più riusciti del panorama fumettistico italiano.

A dare vita, anche sul palco, a Rat -man, sarà proprio il suo creatore Leo Ortolani che proporrà, con la sua vena umoristica, la lettura teatrale di alcuni stralci del libro, insieme alla voce di Benedetta Bastianini, anche regista, e alla violoncellista Daniela Savoldi che accompagneranno musicalmente lo spettacolo con un originale arrangi­amento dei più famosi pezzi pop e rock legati al tema dello spazio (David Bowie, Sting, Beatles, Elton John ecc.).

Con “C’è spazio per tutti” fumetto e musica, um­orismo e poesia, si fondono in uno spettacolo curioso, divertente e al tempo stesso attuale, una riflessione sulla scienza e sulla tecni­ca in compagnia del supereroe Rat-man e del suo geniale auto­re, Leo Ortolani.

Lo spettacolo, rivolto in particolare ad un pubblico di ragazzi e adulti, è ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il programma completo della rassegna “Racconti di Natale” è reperibile su http://www.comune.parma.it/cultura

 

 Vi aspetto!!!

20841917_1620895084648263_5726476259892976848_n

COME QUESTE PIETRE È IL MIO PIANTO

a cura di Compagnia Homless

A partire dall’accoglienza all’interno del forte, dove verranno forniti di pastrani militari, coperte e lanterne, gli spettatori saranno coinvolti da attori e musici nei momenti di attesa dei bombardamenti, della logorante paura degli attacchi, dell’arrivo della posta. Ma soprattutto si potrà rivivere la fatica, lo sconforto, la rabbia, la paura. Il freddo,
i pidocchi, il conforto di una bevanda calda. Mentre fuori cade la neve, ma anche le bombe del nemico.

La visita durerà circa 50 minuti e sarà replicata per tre volte ogni pomeriggio.

Ogni percorso prevede un massimo di 25 partecipanti.

29 luglio ore 15 | 16 | 17

Forte Pozzacchio

Trambileno

Info e prenotazioni

Forte Pozzacchio
345 1267009 info@fortepozzacchio.it

 

Schermata 2018-07-27 alle 11.06.36