E’ una violoncellista italo-brasiliana, collabora con numerosi artisti italiani del mondo Indie-pop e cantautoriale e alcuni artisti internazionali tra cui i Muse, Le Luci Della Centrale Elettrica, Dente, Calibro 35, Nada, Meg, Paola Turci, Lorenzo Monguzzi, Alessandro Mannarino. Oltre alle collaborazioni musicali sono numerose quelle con la danza (la coreografa Marina Rossi) e con il teatro (Michele Comite, Gabriele Parrillo, Laura Mantovi, Sara Poli, Livia Castellini). Dal 2018 è sponsorizzata dalla REMIC MICHROPHONES, una ditta danese che produce microfoni specifici per strumenti acustici. Nel 2016 esce il suo primo lavoro solista “Trasformazioni” dove ha voluto creare un proprio linguaggio musicale con un violoncello e una loop-station.

Photo: Davide Casagrande

E così tornata a casa dopo il concerto allo Stanzone di Feltre penso a quanto sono fortunata a suonare in luoghi così speciali e con persone così meravigliose.

Un grazie speciale a Luca De Paoli e a Carmine De Sanctis che mi hanno fatto sentire a casa da subito e al pubblico davvero caloroso … gli applausi erano così lunghi che sono entrati nel loop del brano dopo :-).

Grazie anche al super Enrico Vezzola che mi ha accompagnato in questo viaggio musicale e che ha fotografato la serata 🙂

Grazie a Davide Casagrande per le foto e a Tiziana Masocco per le belle parole sulla mia musica.

E naturalmente grazie a Francesca Lago che mi ha fatto conoscere questo splendido luogo 🙂

Sono felice. Grazie.

Daniela

Ed ecco uno dei brani composti per lo spettacolo ImMediATaMenTe DAdA del 1 ottobre all’interno della Notte della Cultura 2016 della mia città Brescia presso Il Teatro Romano.

 

DSCF6789

Photo Enrico Vezzola

Da oggi è online il video realizzato da Erica Terenzi e coreografato da Marina Rossi per il brano “People” contenuto nel mio album “Trasformazioni” ed è visibile in anteprima su RADIORECTANGLE in Belgio,  WIRED ITALIA BODYSPACE in Portogallo

“People” è il primo video dall’album Trasformazioni”di Daniela Savoldi, violoncello solo e loop station.

La musicista ha fortemente voluto sperimentare la contaminazione con la danza contemporanea lavorando dal vivo con i performers durante le tappe precedenti alla realizzazione dei video. Questo tipo di incontro, umano e artistico, ha permesso di creare un legame significativo e giusto per la realizzazione dell’intero lavoro.

La musica nasce da suggestioni raccolte nel tempo, da appunti e tracce lontane ma ben presenti nei desideri dell’artista.
In un’onda si rivela il canto del violoncello: armonia e bellezza di individui spinti come in un’eco, l’uno all’altro. Via via nella partitura si sovrappongono, in crescendo, dissonanze e suoni aspri che parlano del disincontro possibile, fino alla tensione massima degli armonici che, però placandosi, concedono nuovi equilibri.

I performers, guidati dalla coreografa e danzatrice Marina Rossi, seguono la suggestione del canto: una piccola folla, un insieme di presenze che ridefinisce uno spazio e lo permea secondo i principi della contact- improvisation. Lavorando a un canovaccio coreutico e drammaturgico, “People” è dunque un insieme di possibilità, di situazioni, tra creazione istantanea e partiture fisiche danzate in gruppo, in duo o in trio.

Protagonista un coro di performers che danza a fior di pelle in un processo in cui le relazioni non sono prestabilite: l’incontro con la presenza dell’altro sorprende i danzatori ad occhi chiusi facendo emergere qualcosa di completamente nuovo, sottile, fragile.
Ciascun duo è stato costruito attraverso un processo di stop and rewind: perché si chiarissero, portate ad emersione e consapevolezza, le modalità con cui gli interpreti sono arrivati a una situazione di contatto, quali le scelte e le strade in cui la danza ha generato una presa, un disequilibrio, una caduta.

Il video è di Erica Terenzi e segue gli input musicali e coreografici: all’aumentare della stratificazione sonora, si sovrappone, si ripiega sulle sue stesse scene, determinando un cortocircuito di frame in repeat che creano il caos visuale. Si amplifica così l’apice drammatico che d’istinto si percepisce durante l’ascolto di “People”, quando la partitura si fa disarmonica, emotivamente lacerante.

Le immagini privilegiano la sensorialità dei momenti più intimi, quasi più segreti della danza. Il video è stato girato all’interno di una fabbrica dismessa.

Laura Trevini Bellini

 

 

Grazie all’Alberodonte e al caloroso pubblico che ha viaggiato con me e le mie Trasformazioni.

photo: Enrico Vezzola

nouvelle-vague.com/daniela-savoldi-transformazioni/

Thanks to Adrien Lévêque

“Daniela Savoldi brengt een plaat vol dromerige cellomuziek”… Grazie!!

recensione di Gonzocircus

un’altra bella recensione dalla Germania 🙂

http://www.sound-and-image.de

Grazie a Vittorio Lannutti

http://www.freakoutmagazine.it/22-06-2016/music-mag/recensioni/78530/daniela-savoldi-trasformazioni-autoprodotto/

alcune foto delle intense giornate di ripresa del visual  che accompagnerà l’intero live di Trasformazioni.

Photo: Enrico Vezzola

Un ringraziamento speciale a Erica Terenzi per le riprese e la regia dei video, a Marina Rossi per le coreografie e la danza e a tutti i danzatori: Alessandra Boglioni, Fabrizio Caboni, Francesca Cecala, Giulia Imberti, Arianna Oprandi, Davide Sforzini, Simonetta Signorini e Laura Trevini Bellini.

Grazie ad Enrico Vezzola per le foto e per tutto il lavoro che ha fatto per preparare le location al meglio.

sul Westzeit una breve ma bella recensione. Grazie a Karsten Zimalla

dopo Paolo Fresu! che emozione!

Auch ein Solo-Cello muß nicht nerven, das beweisen DANIELA SAVOLDIs “Trasformazioni”(Millimetre). 🙂

http://www.westzeit.de/rezensionen/?id=17995